Derma di suino per allungare il pene

1328 visualizzazioni Scrivi un commento

Un nuovo metodo per allungare, fino al 30%, l’organo sessuale maschile prevede l’utilizzo di derma di suino liofilizzato e decellurarizzato. Questa è la tecnica utilizzata dal Centro di chirurgia genitale del Dipartimento “Pietro Valdoni” del Policlinico Umberto I di Roma, diretto da Giovanni Alei anche presidente della S.I.C.GE.M. (Società Italiana di Chirurgia Genitale Maschile). Secondo il professore, il problema riscontrato nelle tecniche tradizionali per l’ingrandimento è legato al grasso utilizzato, grasso autologo prelevato dai glutei del paziente che crea una sorta di sensazione di gommapiuma tra la cute ed i corpi cavernosi con conseguente disagio per i pazienti.
Al Policlinico invece, si è cominciato ad usare il derma di suino liofilizzato ottenendo ottimi risultati. Del derma del maiale, una volta lavorato, rimane l’impalcatura di collagene che poi nel giro di 6-8 mesi viene riempita di nuovo tessuto del paziente. E’ un tipo di operazione che si fa in day hospital e i pazienti rimangono soddisfatti visto che restituisce loro sicurezza e piena facoltà di intraprendere una vita di relazione normale. Fino ad oggi, l’equipe del professor Alei ha operato più di 500 pazienti, effettuando in alcuni casi entrambi gli interventi di allungamento e ingrandimento, associando a volte l’asportazione del grasso pubico.

 

Derma di suino per allungare il pene ultima modifica: 2015-06-02T19:55:02+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *