Ma cos’è la biodiversità?

835 visualizzazioni Scrivi un commento

E’ stata una delle parole chiave dell’edizione 2015 di Expo che si è appena conclusa; ed è proprio ad Expo che gli organizzatori hanno deciso di dedicarle una vasta area di 8500m2, il Biodiversity park. La biodiversità si ispira alla difesa dell’ambiente, della salute e del futuro. Si tratta di un concetto abbastanza recente, utilizzato per la prima volta a metà degli anni ’80; nel 1992, durante un congresso dell’ONU, fu approvata una convenzione sulla diversità biologica, sottoscritta da 168 Paesi, Italia inclusa.
L’Italia, grazie alla sua localizzazione e alla sua localizzazione, è uno dei Paesi più ricchi di specie viventi, e presenta un numero molto alto di specie endemiche (le specie animali presenti in Italia sono più di 57mila, di queste quasi 5mila sono endemiche, e più di 13mila sono le specie vegetali). La biodiversità rappresenta la ricchezza di specie viventi che popola il nostro Pianeta: animali, piante ed ecosistemi.  Questa ricchezza non riguarda esclusivamente il numero di specie viventi, ma abbraccia più concetti: le popolazioni, la genetica, gli ecosistemi, il clima, gli ambienti, i continenti, ma anche la cultura e quindi la capacità di trasmettere informazioni da una generazione all’altra, attraverso comportamenti ed atteggiamenti. La biodiversità garantisce la vita sul pianeta, è una sorta di serbatoio da cui l’evoluzione attinge per attuare le piccole modifiche genetiche e morfologiche che a lungo andare danno il via a nuove specie viventi, assicurando la continuazione della vita sul nostro Pianeta. E’ l’elemento fondamentale che permette agli esseri viventi di sopravvivere; senza la ricchezza di specie, i processi evolutivi naturali diventerebbero quasi impossibili  e tutte o la maggior parte delle forme di vita si estinguerebbero.
E’ grazie alla biodiversità che gli ecosistemi possono garantire a tutti le specie viventi, alcune funzioni essenziali alla loro sopravvivenza: dalla regolazione del clima alla protezione dagli eventi catastrofici, dalla regolazione del ciclo dell’acqua alla disponibilità delle materie prime, e garantire sia la vita attuale che quella futura, consentendo l’evoluzione biologica. Oggi però questo equilibrio è fortemente minacciato da una popolazione umana sempre più numerosa ed esigente, che inquina, distrugge gli ecosistemi e consuma troppe risorse (secondo il “Global footprint network” il 13 agosto 2015 gli esseri umani hanno già terminato le risorse disponibili per quest’anno!).  La diminuzione della biodiversità rappresenta una vera e propria emergenza, bisogna cambiare stile di vita. Dovremmo avere l’obbligo di adottare comportamenti più sostenibili, sia per rispetto verso gli altri esseri viventi ed il Pianeta, ma anche verso noi stessi e le generazioni future. Anche se la strada è molto lunga ed in salita. È stato dimostrato che gli esseri umani possono fare la differenza, ma per far ciò devono adottare comportamenti più ecologici e sostenibili, ad esempio quello che si è iniziato a fare da qualche anno a questa parte: riciclo, raccolta differenziata di rifiuti, fonti di energia rinnovabili.

Ma cos’è la biodiversità? ultima modifica: 2015-11-30T15:35:44+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *