Come combattere le afte

1421 visualizzazioni Scrivi un commento

 

Le afte sono delle piccole lesioni della mucosa orale che possono dare molto fastidio; compaiono a tutte le età, ma sono più frequenti negli adolescenti e nelle donne. Compaiono sulla mucosa orale (gengive, interno labbra, guance, palato e raramente lingua) come vesciche biancastre di pochi millimetri in cui si accumula liquido, dopo pochi giorni si rompono diventando delle piccole ulcere con alone arrossato. Possono essere singole oppure in forma multipla (stomatite aftosa). Irritazione e dolore sono accentuati dal contatto con cibi salati, piccanti o caldi. Le afte compaiono più facilmente quando le difese immunitarie dell’organismo sono basse magari in seguito a stress, problemi fisici o variazioni ormonali. Alcune persone hanno predisposizione genetica, altre ne sono più soggette perché hanno carenza di vitamina B e Fe nella loro alimentazione. Inoltre, malattie infiammatorie intestinali croniche(Morbo di Crohn; celiachia)  e le immunodeficienze (HIV) ne favoriscono la comparsa.

Esistono alcuni rimedi casalinghi: una semplicissima bustina di the bagnata e premuta sull’afta può essere utile a cicatrizzare le ulcere, oppure il succo di limone, brucia molto ma migliora la situazione; può essere utilizzato bicarbonato sciolto in acqua con cui si fanno degli sciacqui oppure un batuffolo di cotone imbevuto di acqua ossigenata che ha potere battericida. Infine possono essere fatti degli sciacqui con decotti di malva e timo per l’infiammazione e con propoli e calendula contro il dolore.

Se però, nonostante i rimedi casalinghi, le afte non passano in massimo due settimane è opportuno rivolgersi al medico che sceglierà la cura sulla base delle caratteristiche dell’afta e della persona affetta. Solitamente vengono impiegati soluzioni orali, collutori, spray che formano una pellicola protettiva sull’afta e veicolano il principio attivi del farmaco. In caso di afte molto resistenti si può ricorrere alla laser terapia che garantisce un sollievo immediato perché destabilizza le fibre nervose responsabili del dolore.

Le afte si possono anche prevenire curando le malattie di cui si soffre, correggendo l’alimentazione e curando l’igiene orale, passando lo spazzolino anche sulla lingua.

Come combattere le afte ultima modifica: 2014-11-06T14:13:43+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *