Classica con humor..per beneficienza

692 visualizzazioni Scrivi un commento

C’è una cosa che accomuna ogni angolo della terra: la musica. In ogni sua forma, è viva e presente, in grado di trasmettere emozioni, comunicare pensieri e diventare fulcro d’aggregazione, senza conoscere limiti di età, genere e cultura.
Fare apprezzare la musica classica ad un pubblico che arriccia il naso davanti a strumenti come violini e pianoforte si può…basta buttarla sul ridere. Questo è l’obiettivo del duo Igudesman & Joo, con la Savaria Symphony Orchestra, che porta in scena a uno spettacolo esilarante a sostegno dell’associazione Vidas, che da oltre 30 anni è impegnata nell’offrire assistenza socio-sanitaria gratuita ai malati terminali, con una rete capillare di volontari che opera giorno e notte, fornendo non solo cure mediche ma anche supporto psicologico ai malati e ai loro famigliari, diventando un modello anche all’estero. In 33 anni di attività fra Milano e Monza, l’associazione ha offerto la propria assistenza socio-sanitaria (completa e gratuita 24 ore su 24, 365 giorni l’anno, domiciliare o in hospice) a 30mila malati terminali, garantendo a ogni paziente il diritto di vivere anche gli ultimi momenti di vita con dignità.
Il duo musicale è formato dal violinista russo Aleksey Igudesman e dal pianista anglo-coreano Richard Hyung-ki Joo, due artisti geniali celebri soprattutto per combinare la musica classica con la cultura popolare, dando vita a spettacoli comici. Al grido di “And now Mozart!” Igudesman & Joo, il 18 marzo 2015 approdano all’Auditorium di Milano con il loro spettacolo, un turbine di musica, teatro e humor, per un concerto benefico organizzato da Vidas.
Attraverso un’alchimia unica scaturita dall’unione tra musica, spiccata teatralità e sense of humor, i due hanno allestito nel corso degli anni diversi spettacoli unici nel loro genere, in grado di attraversare il mondo intero e catturare gli spettatori più diversi con il loro magnetismo. Per i due la musica classica non è una cosa seria, è serissima e per questo può reggere senza sforzo qualche irriverenza. Per esempio suonare “Per Elisa” con i gomiti, suonare il violino con un frullino elettrico, far trasmigrare il Mozart più sublime nella colonna sonora dei film di James Bond. Insomma, uno spettacolo da non perdere e, come afferma lo slogan dello show: «qualsiasi cosa succeda, non addormentatevi… o non sopravviverete!».

Classica con humor..per beneficienza ultima modifica: 2015-03-16T17:58:52+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *