Ma chiedere scusa fa star bene?

220 visualizzazioni Scrivi un commento

 

Che si tratti di adulti o di bambini, le incomprensioni tra le persone sono all’ordine del giorno: un malinteso, un’azione più o meno consapevole, un vero e proprio litigio tra amici, in coppia, con i figli, o con un collega. E dopo, cosa rimane? Silenzio, musi lunghi e cattivo umore, oppure frecciatine e frasi ironiche utili solo per scaricare la tensione e l’arrabbiatura, ma controproducenti per ricucire il rapporto. Per non prolungare oltre questo stato di tensione, forse è arrivato il momento di chiedere scusa e ricominciare più sereni il rapporto. Saper chiedere scusa influisce sulle nostre relazioni, ma ci vuole la giusta dose!

Come i bambini, pensiamo che la parola “scusa” può essere come una bacchetta magica che cancella miracolosamente tutta la tensione e la cattiva volontà. A volte, ci ritroviamo ad utilizzare la parola “scusa” in modo ripetitivo per farci perdonare per qualcosa che abbiamo fatto, può accadere però che il chiedere insistentemente scusa risulti essere una strategia che alla lunga ci si ritorce contro. E se le scuse non sono sincere si viene a creare una distanza che allontana le persone in gioco, invece di avvicinarle. Non c’è niente di peggio che abbozzare gesti finti, frasi di circostanza o toni falsi e superficiali: chi ci è di fronte il più delle volte se ne accorge. Non servono tante parole: bisogna affidarsi a quello che si sente, agire e basta.

 A volte ad esempio, in alcuni rapporti di coppia “malati” può essere che le parole suonino piene di grandi promesse e le emozioni sembrino sincere, ma sappiamo bene che il partner abusante lo rifarà ancora. Senza una buona motivazione al cambiamento è difficile che queste persone modifichino il loro comportamento. Ancora peggio, alcuni partner abusanti non hanno alcuna intenzione di cambiare. Per fortuna la maggior parte delle persone non si trova coinvolta in relazioni di questo tipo.

Dire “Scusa, mi dispiace!” è un ottimo modo per distendere gli animi quando per esempio si è offeso o ferito qualcuno: il semplice chiedere scusa riduce l’atteggiamento difensivo dell’altro e lo induce all’ascolto delle nostre spiegazioni. Attraverso le scuse si cerca di far sapere alla persona ferita che si riconosce di aver sbagliato con il proposito di non commettere più lo stesso errore. E’ un gesto capace di togliere una colpa, di riparare ad un’offesa, ad una ferita, ad un dolore inferto in modo più o meno consapevole; ovviamente se la parte danneggiata accetta!

Di sicuro non è facile riuscire a chiedere scusa, prima di tutto bisogna rendersi conto di aver arrecato un’offesa e avvertire il desiderio di rimediare all’insensibilità dimostrata. In seguito bisogna passare ai fatti e chiedere scusa. Secondo lo psicologo e psicoterapeuta Gioele D’Ambrosio è  importante che ci sia empatia per l’offeso. Tutti facciamo errori, pecchiamo di disattenzione e fretta nel dare giudizi, sentenze ed opinioni, solo chi è empatico però riesce a sentire che chi ha davanti sta patendo dolore per il nostro comportamento. Ognuno di noi infatti vuole sentirsi profondamente capito e compreso. È anche attraverso questo che si riesce a riconquistare la fiducia perduta. Inoltre, chiedere scusa dev’essere frutto di un processo di verità e di ascolto con sé stessi. Se si è in grado di sentire che si è fatto male a qualcuno, essere discolpati è una richiesta legittima. E se chi la riceve è empatico a sua volta, saprà accettarla ed andare oltre. Ad esempio, all’interno di una coppia nel momento in cui si prendono le proprie responsabilità e si riesce ad entrare in empatia con il proprio partner può succedere di sperimentare un senso di benessere legato alla sensazione di un accresciuta autostima e autoefficacia, alla consapevolezza che si è capaci di portare dei cambiamenti. Questo si riflette senza dubbio  su una maggiore complicità e  intimità nella coppia stessa. Ovviamente bisogna impegnarsi a non ripetere la stessa mancanza in futuro.

 

Non esiste un galateo per chieder scusa, ma esiste il valore che si da a queste cinque lettere!

Ma chiedere scusa fa star bene? ultima modifica: 2017-10-18T10:00:08+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *