Arriva dal “freddo” lo yoga walking

2215 visualizzazioni Scrivi un commento

L’ultima novità in fatto di yoga arriva dal Nord Europa, si tratta dello yoga walking, una pratica olistica che agisce sul benessere di corpo e mente, unendo respirazione, meditazione, yoga, ayurveda e attività sportiva.
Questa nuova disciplina viene svolta a contatto con la natura e coniuga esercizio all’aperto e meditazione il tutto in un turbinio di emozioni, movimento, respirazione e pensiero. Alla base dello yoga walking c’è la camminata effettuata con speciali bastoncini, cioè il nordic walking, l’allenamento estivo per lo sci da fondo, nato in Finlandia.
La fusione di queste discipline è stata un’intuizione di Paola Dal Farra che ha creato delle posizioni (asana) dedicate all’interazione di queste due pratiche; in particolare, lo yoga esercita un’azione propedeutica e di supporto alla camminata nordica, infatti, rende la dinamica del movimento molto più efficace.
Lo yoga walking consiste in una camminata, a ritmo sostenuto, eseguita con speciali bastoncini. A intervalli, vengono svolti all’aperto gli esercizi e le posizioni dello yoga, che “centrano” le attenzioni della persona e l’aiutano a percepire meglio il corpo.
Prima di intraprendere una seduta di yoga walking è indispensabile seguire un ciclo di preparazione in palestra. Lo yoga walking infatti, non è una semplice passeggiata in montagna, è necessario avere un fisico allenato e aver appreso le tecniche base dello yoga ed imparato le posizioni che dovranno poi essere replicate en plein air.
I benefici dello yoga walking su corpo e mente sono molteplici: la camminata allena i muscoli delle gambe e dei glutei, migliora la circolazione e combatte la ritenzione idrica, aumenta la tonicità dei muscoli; mentre le posizioni dello yoga sciolgono le articolazioni, il collo e le spalle e agiscono sulla colonna vertebrale, oltre a migliorare la capacità di concentrazione e la percezione del proprio corpo. La respirazione, soprattutto se praticata all’aperto, favorisce il rilassamento, allontana lo stress quotidiano e riduce la tensione fisica e mentale.
Lo yoga walking va praticato almeno una volta a settimana, e non comporta limiti di età: è ideale per chi, giovane o anziano che sia, vuole migliorare la circolazione, rimettersi in forma e buttare via un po’ di stress. Una sola seduta di attività fisica a settimana non è sufficiente per ottenere reali benefici: l’attività dovrebbe essere continuativa e sistematica, svolgendo le sedute di lavoro almeno a giorni alterni.

Arriva dal “freddo” lo yoga walking ultima modifica: 2015-12-24T08:00:41+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *