Apre all’Ospedale Niguarda il pronto soccorso del sesso

1677 visualizzazioni Scrivi un commento

Arriva anche a Milano, dopo il debutto a Napoli e Bari il pronto soccorso del sesso, a breve ne partirà un altro a Modena. È un pronto soccorso speciale, un nuovo ambulatorio dedicato al benessere di lui e lei, in cui urologi e ginecologi si mettono insieme per aiutare le coppie a ritrovare la serenità e la complicità. Si entra in coppia e si paga un solo ticket. Verrà redatta una cartella clinica unica in cui i medici raccoglieranno informazioni sull’impatto delle malattie e la loro prevalenza, con la possibilità di programmare i trattamenti dei disturbi sessuali da un punto di vista innovativo e diverso, che potrà aiutare i medici a individuare le migliori cure per i pazienti. L’iniziativa, promossa dalla Società italiana di urologia (Siu) e dall’Associazione ostetrici ginecologi italiani (Aogoi) rappresenta un Sos di coppia. Sedici milioni di italiani soffrono di problemi sessuali. E due milioni di loro vivono in Lombardia. Ma i disturbi sessuali sono un problema della coppia e non solo di uno dei due partner.
Al giorno d’oggi, circa 120 mila rapporti sono a rischio infedeltà e rottura. Migliaia i matrimoni «bianchi» e un 20% le separazioni. Ecco i pazienti che potrebbero essere soccorsi nell’Emergency room del sesso. A beneficiarne è anche il rapporto. Per lui problemi di erezione o di «eccesso di velocità» e per lei di orgasmo e di dolori durante il rapporto. Secondo gli esperti difficilmente la responsabilità è di uno solo dei partner, perché i disturbi sessuali «viaggiano» insieme.
Le porte dell’ambulatorio, spiega Aldo Bocciardi, direttore dell’Urologia del Niguarda, saranno aperte alle coppie, visto che è prevista la presenza di urologi e ginecologi, e il servizio è tagliato per affrontare problemi di entrambi i sessi. L’ambulatorio sarà aperto, per cominciare, un giorno al mese, e debutterà con le visite «per due» da gennaio.

 

 

Apre all’Ospedale Niguarda il pronto soccorso del sesso ultima modifica: 2014-12-30T18:14:01+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *