Anche la pelle dev’essere protetta

1726 visualizzazioni Scrivi un commento

Secondo recenti studi, ogni donna utilizza in media circa 13 prodotti cosmetici al giorno, ognuno dei quali contiene almeno 20 ingredienti diversi. Negli ultimi anni sono in costante crescita i casi di intolleranze e di allergie cutanee dovute all’uso di cosmetici, problemi che riguardano circa il 10% della popolazione.
Maggiore è il numero di sostanze con cui la pelle viene in contatto, più sono le probabilità di irritazione. Ad aumentare queste probabilità intervengono anche fattori ambientali come smog, fumo ed inquinanti che rendono la cute più fragile e reattiva.
Nessun cosmetico è sicuro al 100%, in quanto, qualsiasi sostanza usata per la sua formulazione, può provocare, in persone predisposte, una reazione. Questa reazione nella maggior parte dei casi è una dermatite irritativa, meno frequenti sono invece le allergie da contatto vere e proprie. Inoltre, anche la luce del sole può interagire con i cosmetici, causando fenomeni foto-allergici e foto-tossici.
Nei cosmetici ci sono sostanze che possono dare più fastidio a persone soggette ad allergie: alcuni conservanti come butylparaben e propylparaben, tensioattivi schiumogeni, i coloranti, l’alcol ed alcuni emulsionanti.
Cinque anni fa, la Direttiva cosmetici 2003/15/Ce, ha introdotto l’obbligo per i cosmetici di riportare in etichetta le 26 sostanze che presentano un rischio maggiore di reazioni allergiche. Questa regola permette ai consumatori allergici o intolleranti a queste sostanze di poterle riconoscere al momento dell’acquisto e di evitare quindi cattive sorprese. Le sostanze utilizzate per i cosmetici sono sottoposte a controlli rigorosi e quindi non sono di  per sé pericolose, ma possono causare reazioni in chi manifesta fenomeni allergici.
Nel momento in cui compare una reazione è necessario sospendere l’uso del prodotto e rivolgersi allo specialista, dermatologo o allergologo, se possibile portando con sé il prodotto utilizzato. In presenza di pelle irritata viene prescritto cortisone, all’interno di pomate, o antistaminici in presenza di un forte prurito.
L’Unione dei consumatori in collaborazione con l’Associazione nazionale delle Imprese cosmetiche, ha creato un’app, “Cosmetica Italia”, scaricabile gratuitamente. Questa app consente di conoscere meglio i cosmetici, di leggere gli ingredienti con facilità, di conoscerne la durata e di sapere a quali sistemi di sicurezza sono stati sottoposti.

Anche la pelle dev’essere protetta ultima modifica: 2015-12-16T13:09:02+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *