Addio alle gambe pesanti

927 visualizzazioni Scrivi un commento

Con il caldo possono comparire disturbi fastidiosi a livello delle gambe, questo perché la circolazione degli arti inferiori può rallentare. La pesantezza alle gambe si può avvertire quando le pareti delle vene perdono tono e si verifica una riduzione della velocità di circolo del sangue. La debolezza delle pareti può essere congenita oppure può avvenire in caso di mantenimento duraturo della posizione eretta, ma anche in gravidanza. Esistono dei rimedi naturali che sono molto efficaci che permettono di alleviare il disturbo, ma che comunque non risolvono il problema. Tutte le cure andrebbero iniziate in primavera in modo da essere “pronti” quando arriva l’estate.
Molto utili sono il macerato glicerico di sorbo e quello di castagno. Il primo regola la circolazione del sangue prevenendo i ristagni ed il suo effetto è amplificato se assunto in associazione con il macerato glicerico di castagno. Quest’ultimo agisce sul sistema linfatico andando a contrastare il ristagno di liquidi negli arti inferiori.
Anche le tinture madri di ippocastano e amamelide fanno molto bene per aumentare l’elasticità delle pareti dei vasi e favorire il ritorno di sangue. Possono essere utilizzate anche per preparare una crema che dev’essere massaggiata delicatamente dalle caviglie alle ginocchia. Controindicazione per il loro utilizzo è in gravidanza ed in allattamento.
Alcuni accorgimenti che si possono adottare tutti i giorni per favorire una buona circolazione sanguigna sono un buon stile di vita con un sonno di almeno 8 ore, una dieta varia ed equilibrata. E’ importante fare movimento: camminate, bicicletta e altri sport che vanno a stimolare la contrazione dei muscoli delle gambe, migliorando la sensazione di benessere.

Addio alle gambe pesanti ultima modifica: 2015-06-11T19:15:22+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *