Acqua potabile grazie al filtro che si avvita alla bottiglia

1226 visualizzazioni Scrivi un commento

Circa 780 milione persone in tutto il mondo non hanno accesso ad acqua potabile pulita. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, 3,4 milione di persone muoiono ogni anno in seguito a malattie “collegate” all’acqua. L’idea arriva da un gruppo di dottorandi del Politecnico di Zurigo, guidati dallo studente ventitreenne Jeremy Nussbaumer: un filtro innovativo che consentirà di depurare l’acqua in modo semplice, veloce e soprattutto economica, destinato a risolvere, almeno parzialmente, il problema del impossibilità, per tantissimi milioni di persone nel mondo, di accedere all’acqua potabile.
Il sistema DrinkPure, questo è il suo nome, ha un filtro a tre livelli: il primo cattura le particelle più grandi come sabbia e frammenti vegetali, il secondo, in carbone attivo, elimina odori e contaminanti chimici, il terzo è una membrana polimerica che tiene alla larga i batteri. Questo filtro si avvita al posto del tappo su una comune bottiglia di plastica che contiene l’acqua da depurare e poi si beve! Tutto molto semplice.
Grazie alla pressione del flusso, che si ottiene semplicemente stringendo la bottiglia con la mano, è possibile depurare un litro d’acqua in appena un minuto.
L’obiettivo degli inventori è produrre abbastanza filtri da destinare ai Paesi in via di sviluppo: con questo scopo hanno deciso di affidare alla piattaforma di crowdfunding Indiegogo la ricerca dei finanziamenti necessari. I fondi saranno usati sia per acquistare gli strumenti necessari per la fabbricazione dei filtri e per il loro trasporto in Africa (80%), sia per sviluppare ulteriormente il progetto (20%). Gli investitori possono supportare il progetto con un importo che varia da 5 a 5.000 dollari US. Con un contributo di 89 dollari, si riceve un filtro e per 500 dollari, 10 unità saranno inviate in Africa. Chiunque può supportare il progetto fino al 20 agosto 2014 via il seguente collegamento: http://www.indiegogo.com
Se tutto andrà secondo le aspettative, per il prossimo gennaio i primi esemplari saranno inviati in Africa per una prima fase sperimentale, ma non è escluso che, successivamente, DrinkPure possa essere venduto in negozi per viaggiatori e camminatori.

Acqua potabile grazie al filtro che si avvita alla bottiglia ultima modifica: 2014-08-29T12:12:20+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *