ACQUA E ALIMENTAZIONE – Il pH dell’acqua, per un benessere alcalino.

1095 visualizzazioni Scrivi un commento

Il Dott. Alessandro Zanasi è Presidente Nazionale dell’Associazione “Risorsa Acqua”, Membro effettivo della “International Water Academy” di Oslo e Direttore del Museo Nazionale delle Acque Minerali.

Tra le sue pubblicazioni: “Acque minerali in bottiglia per conoscerle meglio”, “Uso ragionato delle acque minerali” e “Guida alle acque minerali italiane in bottiglia”.

 

Fare pratica sportiva aumenta il fabbisogno giornaliero d’acqua. Bere 2 ore prima dell’attività sportiva, durante e dopo è importante.

La qualità dell’acqua è importante. I parametri da valutare sono il residuo fisso, la quantità di sodio e minerali e il pH. Il legame tra quest’ultimo parametro e lo sport è, per i preparatori atletici più informati, fondamentale perché un’acqua alcalina contiene minerali alcalino-formanti (calcio, magnesio e potassio) e interviene positivamente su l’acido lattico post attività fisica.*

Recenti studi hanno mostrato come acque contenenti bicarbonato, cioè con un’alcalinità importante, determinano una miglior resa sportiva. Diventa quindi molto utile per gli sportivi bere acqua leggermente alcalina.

 

Quanta acqua bere ogni giorno?

Dipende dalle condizioni climatiche e dall’attività sportiva o fisica. Mediamente si dovrebbe bere 1,5l d’acqua al giorno. Questo dato è importante soprattutto per quei soggetti -anziani e bambini- per i quali il “campanello” della sete non li avverte regolarmente di bere. Il consiglio è di avere sempre a portata di mano una bottiglia d’acqua che così si somma ai 300/500 ml d’acqua assunta con il cibo, per arrivare a un totale ideale di 2l al giorno.


 

L’acqua alcalina è utile nella pratica sportiva?

Nello sportivo l’aumento dell’attività muscolare comporta la produzione di acido lattico. Recenti studi hanno mostrato come acque contenenti bicarbonato, cioè con un’alcalinità importante, determinano una miglior resa sportiva. Diventa quindi molto importante per gli agonisti.

 

Come contrastare un’acidosi metabolica?

Il nostro organismo è in grado di contrastare l’acidosi metabolica attraverso rene e polmone. Una dieta alcalina però contribuisce a risparmiare le riserve ossee, ad alcalinizzare le urine, e svolge un’azione favorente negli aspetti ipoglicemizzanti.

Cibi e acqua alcalina hanno una funzione importante nel contrastare l’acidosi metabilica.

 

Acqua & sport sono alla base del nostro benessere?

Oggi più che mai il nostro benessere passa attraverso una corretta alimentazione e un’adeguata attività sportiva. Se noi andiamo a vedere la piramide alimentare negli anni 2000 non riportava l’acqua e lo sport. Oggi possiamo verificare che, alla base della piramide alimentare i pilastri del nostro benessere sono acqua e sport.

 

 * Hood, V.L., Schubert, C., Keller, U., Muller, S. (1988). Effect of systemic pH on pHi and lactic acid generation in exhaustive forearm exercise. American Journal of Physiology 255 (24), pp. F479-F485.

Wilkes, D., Gledhill, N. & Smith, R. (1983). Effect of induced metabolic alkalosis on 800-m racing time.

Medicine and Science in Sports and Exercise 15 (4), pp. 277-280.

ACQUA E ALIMENTAZIONE – Il pH dell’acqua, per un benessere alcalino. ultima modifica: 2015-05-01T08:00:58+00:00 da Emanuele Pagani
Bio Autore

Emanuele Pagani

No Description or Default Description Here

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *